Pagina 1 di 1

MotoGP clone della SBK

MessaggioInviato: Gio 12 Nov 2009, 13:36
di Max
Non vi sembra che se questa notizia risultasse vera si creerebbe una sorta di campionato doppione?? :?: :?:

La MotoGp si prepara ad una nuova clamorosa rivoluzione tecnica; dopo il passaggio dalle care vecchie 500 alle 990, mandate poi in pensione nel 2006 per seguire la strada "imposta" dalla Honda con le 800, si parla insistentemente di un ritorno alle "mille".

Ma non è solo una questione relativa alla cilindrata, perchè all'orizzonte ci sono cambiamenti radicali che portano a ripensare completamente il concetto stesso di MotoGp. La crisi economica morde anche per le case più grosse e prestigiose, e i giapponesi hanno già formato una sorta di "cartello" per spingere verso il cambiamento. L'occasione è la scadenza a fine 2010 del contratto con la Dorna, la società catalana che organizza e gestisce il Mondiale. Dopo quella data, dalla stagione 2012 se non addirittura già da quella 2011, si entrerà in quella che è già stata definita la "Terza Era", più dimessa e molto meno tecnologica rispetto alla prime due.

Di fatto, la MotoGp del prossimo futuro si avvicinerà parecchio a quella che è l'attuale Superbike. Le Case costruiranno le moto, ma a gestirle saranno squadre esterne, con la conseguente cancellazione dei team ufficiali ed un tangibile ridimensionamento in termini di sfarzo, tecnologia e sviluppo, voci divenute insistenibili per tutti. Il motore del futuro sarà un "mille" derivato dalla serie, ed inserito in una ciclistica differente. La MotoGp resterà una categoria per prototipi, ma se lo scenario è questo si può parlare di una sorta di Moto1, vista le similitudini con la Moto2 che già dal prossimo Mondiale prenderà il posto della 250.

E se Honda, Yamaha e Suzuki spingono per rifare le regole della MotoGp in nome della sobrietà, la Dorna di Carmelo Ezpeleta è tutt'altro che contraria, visto che neppure la società catalana, come tutto l'indotto che ruota intorno alle corse motociclistiche, se la passa granchè bene.

Fonte: http://www.sports.it